0

Come scalare una Campagna su Facebook (in modo intelligente)

Ti è mai capitato di lanciare una campagna di Facebook Ads, vedere che gira bene, nel senso che ottieni conversioni e di voler raddoppiare i risultati (o come si dice in gergo “di scalare la campagna”)?
Magari investivi 10€ al giorno e facevi 3 conversioni; ora hai settato 50€ di budget giornaliero, ti aspettavi 15 conversioni e invece… sei sceso a un paio di conversioni striminzite?!

Ecco: quando si parla di scalare una campagna su Facebook non è sufficiente, semplicemente, aumentare il budget della campagna, della serie “voglio ottenere 10 volte i risultati attuali, allora moltiplico il mio budget per 10 e mi aspetto di vedere decuplicate le mie conversioni”. Non funziona così.

Quando crei la tua campagna su Facebook, devi inserire una serie di valori condizionali (come ad esempio: il budget, l’estensione territoriale, il pubblico target), che l’algoritmo acquisisce e, poi, la piattaforma è strutturata per restituirti una serie di risultati ottimizzati, in base a quegli specifici parametri.

In parole povere: se chiedi alla piattaforma di lavorare al meglio che può con 10€ di budget al giorno, essa cercherà di performare in base a questo parametro. Se, tutto ad un tratto, gli dici, ora lavora con 100€ al giorno, è molto probabile che la piattaforma perda i suoi riferimenti iniziali e che cominci a sottoperformare, divenendo più “sprecona”.

Per questo non puoi aumentare il budget drasticamente, ad esempio, passando da 10€ giornalieri a 100, o addirittura 1000€, ma deve essere aumentato in modo costante e graduale: la formula che ti consiglio è di adottare dei piccoli incrementi costanti del 10-20% ogni 2-3 giorni.

Ad esempio: hai una campagna di 10€ consolidata, che funziona bene; il primo aumento è a 12€ (+20%), dopo un paio di giorni, passi a 14 (+20%), dopo altri 3 giorni passa a 17€ e via così…

E tu dirai: “procedo così fino all’infinito?”

No, ti consiglio di aumentare il budget (specie se fai campagne verso un pubblico target freddo) fino ad un massimo di 10€ ogni 10.000 persone presenti nel tuo pubblico.

Riprendendo l’esempio di prima e ipotizzando che la tua campagna si rivolga ad un pubblico potenziale di circa 10.000 persone (in base agli interessi che hai impostato in fase di creazione della campagna), in tal caso, sarebbe bene scalare la campagna fino a raggiungere la soglia massima di 20€ di budget totali (ossia: il tuo budget di partenza+10€ per ogni 10k persone in target).

Se non rispetti queste proporzioni la campagna tende a sottoperformare, nel senso che non migliora con l’aumentare del budget ma, in realtà, i risultati diminuiscono.

Ma, ora, ipotizziamo che tu abbia una campagna profittevole (che, ricordo, è la base imprescindibile per questa strategia… “altrimenti che scali? una campagna che va male?!”), che tu abbia budget a disposizione e che, sopratutto, non voglia aspettare troppo tempo (facendo piccoli incrementi progressivi ogni tot giorni), allora devi lavorare su strategie di scaling “orizzontali”, cioè duplicare la campagna (base) di successo e intervenire sulla nuova, con qualche ottimizzazione, come:

  • se hai una campagna per conversione lead: puoi duplicare la campagna base (senza cambiare creatività, post, immagini etc), incrementando il tuo budget fino ad un massimo di 5-15 volte il Costo per Lead (ad esempio se il tuo CPL era di 5€, devi duplicare e impostare il budget per CPL tra 25-75€)
  • se vuoi ampliare il tuo pubblico (perchè magari quello precedente non è più sufficiente, è stato saturato, non risponde più bene): puoi duplicare la campagna cambiando gli interessi del pubblico target (ad es. prima colpivi il pubblico della nicchia “finanza”, ora ti muovi su un target con interessi “vicini” a quello precedente, ad es. “fare soldi su internet, trading online”)
  • se vuoi colpire un pubblico caldo e già profilato: crea una campagna di retargeting, cioè su un pubblico di persone che hanno già interagito con te (visitando il tuo sito internet o i contenuti della tua pagina social, FB o IG). Qui l’obiettivo della campagna deve essere per conversione e, in taluni casi, per interazione
  • se vuoi aggredire un nuovo target (il più possibile) “garantito”: puoi, al posto di metterti lì a testare i vari interessi del tuo pubblico di riferimento, duplicare la campagna e indirizzarla ad un pubblico simile (lookalike) rispetto ad uno già in tuo possesso.

Se questo contenuto ti è sembrato utile, sappi che è solo una piccola parte rispetto al totale delle strategie che potresti apprendere ed applicare sulle tue campagne di marketing.

Se vuoi approfondire le strategie di Online Marketing più efficaci oggi, clicca su uno dei bottoni qui sotto (o a lato) per scoprire gli approfondimenti che, in qualità di fondatore di Liberal Studio, ho creato appositamente per imprenditori e professionisti come te.

Scopri i Video Corsi dell’Accademia sui Social Network

video corso facebook ads marketing

Leave a Reply